sábado, 30 de junio de 2012

Unasur e Mercosur escludono il Paraguay

Sospeso fino al ritorno della legalità - Entrata immediata del Venezuela nel Mercosur
T.Pulsinelli - Il blocco sudamericano esclude il Paraguay fino a quando non sarà ristabilita la legalità e la legittimità democratica infranta dai senatori golpisti. L'UNASUR e Mercosur isolano così le autoelette autorità paraguayane. Il vertice del Mercosur ha riunito i tre presidenti del Brasile, Argentina ed Uruguay -e Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador e Perú come Paesi associati- ha confermato la sospensione del Paraguay dall'alleanza

commerciale, fino a quando non tornerà la legalità. Ha sancito l'ammissione piena ed immediata del Venezuela al Mercosur, iniziata sette anni addietro, e tenuta in bilico da un pugno di senatori conservatori del Paraguay che l'hanno ostacolata sino ad oggi. Era un ricatto di quegli stessi dirigenti che hanno fabbricato il golpe express della settimana scorsa a sabotare l'entrata del Venezuela, approvata da tempo dai parlamenatri brasiliani, argentini ed uruguayani.


Il Mercosur conferma l'isolamento dei golpisti dalla dinamica regionale, non adotta sanzioni di carattere economico e commerciale per evitare che si trasformino in un castigo per la popolazione, non per gli illegittimi governanti. Nell'emisfero meridionale americano, tutto ciò che è sanzione riporta inevitabilmente alla mente il blocco economico degli Stati Uniti contro Cuba. Si protrae da oltre mezzo secolo ed ha mostrata di essere inutile ed inumano.


L'entrata del Venezuela al blocco economico regionale ne rafforza le potenzialità con l'apporto strategico delle risorse energetiche e la ricchezza d'un mercato interno caratterizzato dai salari latinoamericani più alti. Caracas ha da tempo cancellato l'unidirezionalità dei suoi commerci fissata esclusivamente sugli Stati Uniti e secondariamente sull'Europa. La presenza venezolana corregge l'asimmetria esistente tra il gigante brasiliano e gli altri soci (Uruguay, Argentina), rafforzando la necessaria funzione di equilibrio e contrappeso. 


Il Mercosur guadagna un socio di peso, fortemente integrazionista, che apre ed avvicina il blocco regionale alla latitudine insulare dei Caraibi e ai mari caldi che comunicano con il canale di Panama e il Centroamerica. Gli Stati Uniti non hanno potuto ostruire la via di espansione verso il nord e stanno mettendo in piedi velocemente un asse Messico-Colombia-Perù-Cile, concepito come una muraglia per sbarrare al Brasile la strada verso il Pacifico.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...