martes, 3 de marzo de 2015

Venezuela: Obama deve rimpatriare 87 diplomatici dall'ambasciata di Caracas

Il presidente Maduro ha notificato a Washington che deve ridurre il numero dei diplomatici in servizio all'ambasciata di Caracas. Attualmente sono 100 contro i 17  funzionari di cui il Venezuela dispone negli Stati Uniti. Nelle relazioni dovrà esserci reciprocitá ed equilibrio.Che ci fanno 100 funzionari in una nazione di 27 milioni di abitanti, quando quello

USA:Polizia di Los Angeles spara e uccide un senzatetto

PSICOPATOLIGIA:agenti della polizia di Los Angeles sparano e uccidono un afro-americano,indigedisarmato,indigente e senzatetto

lunes, 2 de marzo de 2015

USA in guerra durante 214 anni dei 235 della sua storia





Gli Stati Uniti dalla sua creazione nel 1776, hanno vissuto in pace appena 21 anni.    

 Questa è una cronologia annuale delle guerre combattute dagli USA, dove emerge una cosa molto interessante. Dalla sua fondazione nel 1776, sono stati in guerra 214 anni anni su 235 della loro esistenza. In altri termini, sono solo 21 gli anni in cui gli USA non hanno provocato una guerra.
Per una visione

Europa: Petizione anti-TTIP supera il milione e mezzo di firme

La Stop-TTIP Alliance riunisce oltre 200 associazioni da tutta Europa. 
Nel mese di febbraio si è tenuta a Bruxelles l’ottava tornata negoziale sul TTIPl’accordo di libero scambio fra Europa e Stati Uniti. Nonostante la segretezza in cui la UE e gli USA stanno conducendo il negoziato, il testo in discussione era stato reso noto grazie

viernes, 27 de febrero de 2015

Venezuela/caracazo: A 26 anni dalla Prima Insurrezione contro il FMI - Arrestato Antonio Ledezma (+ foto)

GENOCIDI di IERI, GOLPISTI OGGI - CHI E' ANTONIO LEDEZMA? - COINVOLTI USA, CANADA e ISRAELE

Attilio Folliero Oggi è un giorno triste per il Venezuela. È L’anniversario del cosiddetto “Caracazo”, la ribellione del popolo venezuelano contro il neoliberismo, contro il Fondo Monetario Internazionale e contro il proprio governo.

Il 27 febbraio del 1989 scoppiò una grande protesta popolare a Caracas e nelle altre città del Venezuela. Il popolo protestava contro le misure neoliberali adottate dal Governo di Carlos Andrés Perez. Le proteste furono duramente stroncate nel sangue:

jueves, 26 de febrero de 2015

Europa: Da lunedí rischia di rimanere senza gas

...se Kiev non paga la bolletta - Risposta dura ai nazi di Kiev che avevano chiuso le  forniture all'Ucraina dell'est

I nodi vengono al pettine, e da lunedí l'Europa pagherá con l'interruzione delle forniture di gas la politica ad alto rischio di partecipare all'organizzazione di un golpe in Ucraina, e di dar man forte alla Giunta nazi di Kiev. Per l'Ucraina é finito il tempo di non pagare le bollette del gas e elettricitá russa e scatenare una guerra civile contro la popolazione russofona. Per gli USA, la "entitá UE" e la NATO si complica il gioco suicida di istallarsi in Ucraina

miércoles, 25 de febrero de 2015

Grecia: Ostilitá preconcetta contro il governo Tsipras

T. Pulsinelli  
C'é' molta ostilitá contro il governo di Atene, preconcetta e no. Pollice verso da parte dei soliti e noti guardaspalle -mediatici e no- della Banda dei Commissari di Bruxelles, e di molti "euroscettici" che fino ad ora si supponeva fossero avversari irriducibili della BCE. C'é un coro stonato che inneggia all'inutilitá di qualsiasi manovra che non sia la rottura e l'uscita immediata della Grecia dalla "entitá UE".

UCRAINA: Miliziani popolari del Donbass contro i nazi di Kiev (video)

video di Artyom Grishanov

martes, 24 de febrero de 2015

Guatemala: Indigeni vogliono la nazionalizzazione dell'elettricitá

Indigeni e contadini fanno blocchi in 15 strade nazionali - Protesta si é estesa a 13 regioni 
Accusano l'impresa Energuate, appartenente alla britannica  Actis, per le "tariffe esagerate" a cambio di un servizio discontinuo, carente e precario, soprattutto  nei villaggi poveri dei contadini indigeni dell'Altiplano occidentale. Cosí segnala un comunicato  del Comité de

lunes, 23 de febrero de 2015

Obama ha fallito il suo colpo di Stato in Venezuela

USA, Germania, Canada, Israele e UK hanno lanciato la 'Operazione Gerico'. Di nuovo, l'amministrazione Obama ha tentato di cambiare con la forza un governo che le resiste 
 Il presidente Obama con il suo consigliere per l'America Latina, Ricardo Zuñiga, e la consigliera nazionale di sicurezza, Susan Rice.

Thierry Meyssan Il presidente Obama aveva già avvertito. Nella sua nuova dottrina di Difesa (National Security Strategy), scriveva: «Noi stiamo al fianco dei cittadini il cui

L’«ACCORD DE TRANSITION » MACHADO-LEDEZMA-LOPEZ : CE QUE RÉVÈLE ET CE QU’OCCULTE LE PROGRAMME DE LA DROITE VÉNÉZUÉLIENNE EN CAS DE SUCCÈS D’UN COUP D’ETAT  ICI

domingo, 22 de febrero de 2015

Grecia si impone ai duri neoliberisti di Berlino

Atene strappa 4 mesi, si avvia un lungo negoziato-Non aumenteremo l'Iva né tagliaremo le pensioni- Se Merkel tira troppo la corda, pronte Russia e Cina a intervenire

"Saremo co-autori della nostra lista di riforme, non seguiremo piu' uno script datoci da agenzie esterne, bisogna avere veramente la vista corta per pensare che abbiamo firmato il vecchio accordo".
Il ministro delle finanze Yanis Varoufakis ha messo in risalto che "Non abbiamo firmato nessun Memorandum d'intesa, e' l'inizio di una fase senza questo. Abbiamo rifiutato un gioco a somma zero", al contrario "Saremo co-autori della nostra lista di riforme, non seguiremo piu' uno script datoci da agenzie esterne. Questo accordo e' nell'interesse

VENEZUELA: ROMPERE IL CERCHIO CHE VUOLE SOFFOCARE il POST-NEOLIBERISMO

Gli Stati Uniti sono da due secoli i nemici non dichiarati del progresso sociale in America Latina
John Pilger e Michael Albert - 16-2-2015
 Albert: Perché gli Stati Uniti vorrebbero che il governo del Venezuela venisse deposto?
Pilger: Ci sono principi e dinamiche inequivocabili che operano in questa situazione. Washington vuole liberarsi del governo venezuelano perché è indipendente dai disegni statunitensi per la regione e perché il Venezuela ha le più grosse riserve petrolifere del mondo, comprovate e usa le sue entrate del petrolio per migliorare la qualità delle vite normali. Il Venezuela rimane una fonte di ispirazione per la riforma sociale in un continente saccheggiato dagli Stati Uniti storicamente rapaci. Un rapporto Oxfam una volta  ha notoriamente definito la rivoluzione sandinista in Nicaragua come ‘la grande minaccia di un

vedi: Venezuela: Ciao "default"      qui

USA-Russia: Putin: Chi è l'aggressore? (video )

jueves, 19 de febrero de 2015

Venezuela- 2012: Chavez sulle crisi provocate in Siria e in Libia (video)

Alfredo Serrano: “En Venezuela se superó el estadio neoliberal”

6 de febrero, Caracas, conversatorio sobre el libro de Alfredo Serrano Mancilla "El pensamiento económico de Hugo Chávez", en la Universidad Bolivariana. 

ECONOMISTA Y ACTUAL DIRECTOR DEL CENTRO ESTRATÉGICO LATINOAMERICANO GEOPOLÍTICO (CELAG)

Entrevista de Ernesto Cazal Quedamos para una entrevista al día siguiente. Desde el cafetín del hotel donde se hospedaba, reflexionó a propósito del legado económico del comandante Chávez con su libro en la mano: “Lo que hizo Chávez, y que no se lo reconocen los economistas, la economía hegemónica, es reinventar categorías, reinventar conceptos, reinventar propuestas, rediscutir desobedientemente todos los dogmas hegemónicos”.
Chávez habló de llegar a un punto de no retorno. No sólo en lo económico, sino en lo