jueves, 29 de junio de 2017

Caracas: Bombe sul potere giudiziario.Silenzio ermetico dell'UE-USA-Canadà. Omertà?

  • Venezuela, Prc: «Governo italiano e UE condannino terrorismo, smettetela di sostenere opposizione golpista»
  • Il lancio di bombe, il mitragliamento del Tribunale Supremo e del ministero degli Interni "..in qualsiasi parte del mondo è un atto di terrorismo,però.. Tuttavia il Venezuela sta aspettando qual'è la reazione di molti paesi che ancora non si sono pronunciati" ha detto il minitro degli Esteri venezuelano Samuel Moncada. Ha commentato che soprattutto l'Unione Europea fa orecchi da mercante per proteggere i responsabili di questi fatti. "Dall'Europa nessuna

miércoles, 28 de junio de 2017

Venezuela: Bombe sul Tribunale Supremo - Scalata golpista


Coriolanis Da un elicottero che volava sopra la sede del Tribunale Supremo di Giustizia (TSJ) e sul Ministero degli Interni, sono state lanciate alcune granate e sparate varie raffiche. Immediatamente è scattato il piano di sicurezza. Sul cielo di Caracas si sono levati in volo aerei Sukhoi.

Alla guida dell'elicottero vi era l'ispettore Oscar Perez, appartenente a un reparto speciale, noto come attore e produttore di un film thriller. Non si tratta di un generico "poliziotto", come è stato presentato dalle agenzie. Era il pilota di fiducia dell'ex generale Rodriguez Torres.

Arte visual latinoamericano: Vlady

https://lestraperlista.files.wordpress.com/2014/10/mexico12.jpg?w=710
 'La Revolución y los Elementos',Biblioteca Lerdo de Tejada, Mexico DF
  
Claudio Albertani Muralista, dibujante, grabador y pintor de caballete, Vladimir Kibalchich Russakov, mejor conocido como Vlady, nació en Petrogrado, el 15 de junio de 1920. Su madre, Liuba Russakov, procedía de una familia de judíos anarquistas emigrados a Francia y había conocido a su futuro compañero, Victor Lvóvich Kibalchich (alias Victor Serge), en el barco que los llevaba a

lunes, 26 de junio de 2017

Bolivia. Declaración de la Conferencia Mundial de Pueblos por un Mundo sin Muros hacia la Ciudadanía Universal


Imagen relacionada  Este es el texto de la Declaración final de la Conferencia Mundial de los Pueblos por un Mundo sin Muros hacia la Ciudadanía Universal, que se desarrolló en Tiquipaya, a 400 km de La Paz, entre martes y miércoles.



domingo, 25 de junio de 2017

Lettera degli italiani in Venezuela: solo un settore della comunità appartiene all'opposizione


Resultado de imagen para italia venezuela 
La comunità italiana in Venezuela è composta da circa 150 mila cittadini di passaporto e oltre 2 milioni di oriundi. L'intero circuito mediatico della penisola e i suoi polverizzati partiti -distorcendo la realtà- difendono inspiegabilmente una minoranza di violenti. La stessa che non esiterebbero a reprimere con decisione se attuasse a Roma o Milano. 
I "diritti umani" non sono estensibili, onnicomprensivi, nè possono dipendere dalla geografia. Dallo staff di Gentiloni,purtroppo, con eccessiva leggerezza si fa allusione a  imprecisati "maltrattamenti verso la comunità italiana". Attaccare un aeroporto militare, linciare e bruciar vivo un afro-venezuelano è ovunque un delitto. Assicurare alla giustizia i colpevoli è un imperativo morale, anche se il presunto colpevole possiede un passaporto italiano. La "solidarietà palazzinara" non  giustifica dichiarazioni che rasentano l'apologia di reato.(Nota di redazione)
 
Care italiane, cari italiani, cari connazionali,

leggendo nei siti on line di gran parte dei quotidiani italiani ed ascoltando i

Reservas venezolanas de los tres oros, gas, diamantes y agua potable


https://www.c-spot.com/wp-content/uploads/2009/03/amazonia.jpg
  Sin pretender ni mucho menos defender a este gobierno por sus torpezas e incapacidad para manejar la economía del país, tengo que decir que todavía PDVSA no es la 2da petrolera que Petroleum Intelligence Weekly mencionó entre 1976 a 1998. Por tanto con todo los errores PDVSA es y seguirá siendo la primera petrolera del planeta, orgullo del venezolano. Después de certificar hace pocos años las reservas petroleras de Venezuela como las mayores del planeta, con más de 300 mil millones de barriles de petróleo, desde el punto de vista FINANCIERO, nuestra PDVSA es la PRIMERA  PETROLERA DEL

jueves, 22 de junio de 2017

Mappa della frontiera di Israele con la Palestina (foto)

Questa mappa della CIA, declassificata, risale al 2013 e mostra dettagliatamente le terre occupate dai Palestinesi e gli insediamenti degli israeliani, dichiarati illegali dall'ONU. I confini tracciati, in costruzione o pianificati, sono prova dell'attenzione speciale che gli Stati Uniti riservano al conflitto israeliano/palestinese. 

USA: Tillerson, ovvero il petrolio al timone


"Ci sono poche differenze tra il petrolio, la geopolitica e la diplomazia" dice Barkindo, segretario generale della OPEP

Coriolanis  Il petrolio é l'alfa e omega della politica estera USA, é l'asse strutturante delle relazioni con il resto del mondo. Dall'arrivo di Trump é una evidenza programmatica, perció ha incaricato alla multinazionale ExxonMobil la gestione diretta del Dipartimento di Stato. Tillerson ha

miércoles, 21 de junio de 2017

Rafael Correa califica a Trump como un “mono con navaja”


Bolivia, Tiquipaya, Cochabamba.- El exmandatario de Ecuador, Rafael Correa, dijo que el presidente de Estados Unidos, Donald Trump, es un "mono con navaja" que arremete contra la paz mundial y la seguridad de la humanidad. "Trump es una desgracia, no entiende nada. En el poco tiempo que está (como presidente) sale con lo del

OCS: Increíble inclusión de India y Pakistán al “Grupo de Shanghai”



Alfredo Jalife Mientras Washington se desgarra con las poco convincentes suputaciones del exdirector del FBI, James Comey –vulgar “soplón” y marioneta del Deep State violentamente defenestrado por el cada vez más atribulado Trump–,

Olanda: Stampa pubblica foto di bambini rifugiati in Ungheria e dice che sarebbe il Venezuela (+fotos)

 
Cambiano il pelo ma non il vizio: coazione a mentire! La stampa olandese pubblica immagini del 2015 relative agli adolescenti rifugiati in Ungheria, peró nel testo dicono che si tratta del Venezuela. Perché cambiano geografia e riferimento temporale?  
 Prensa Holandesa  
In realtá, nelle piazze di Caracas é sempre piú frequente l'impiego di bambini durante le proteste e -ultimamente- gi organizzatori delle "pacifiche proteste" li schierano in prima fila,

lunes, 19 de junio de 2017

Ignacio Ramonet – Il chavismo e il Venezuela oggi


https://pbs.twimg.com/profile_images/846810908047364101/YAbJIjgq.jpg
Foreign Affairs è una rivista ufficiale prodotta del Council on Foreign Relations.   Interpreta ed esprime  le mire istituzionali USA in materia di politica estera. La data del 17 maggio è stata fissata con molti mesi di anticipo –ignorando cosa sarebbe successo in Venezuela fra aprile e maggio- per discutere in una tavola rotonda di “Il chavismo e il Venezuela oggi”. Il giornalista di Le monde diplomatique, Ignacio Ramonet, era fra gli invitati. Visto quel che accadeva in Venezuela in quegli stessi giorni, tutti gli intervenuti erano sicuri di dover ormai rispondere ad una sola domanda: “Perché è fallito il chavismo?” Tutti, ad eccezione di Ramonet che ha illustrato le caratteristiche di questo movimento rivoluzionario denominato “chavismo”, e disse anche che non

LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT (trailer)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...