viernes, 2 de noviembre de 2018

America Latina: chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso


Risultati immagini per Chavez, Morales, Ortega, immagini
SELVAS non ha mai dato spazio alle polemiche interne o alle rivalitá-di-penna di cui é infestato l'ego di certi "teorici". Stavolta, peró, é indispensabile rigettare le cogitazioni inquinate di tal Daniele Benzi (tipico esemplare dell'ultra-sinistra internazionale velleitaria). Ha scavalcato ogni limite, ponendosi apertamente come un apologeta entusiasta della ricolonizzazione e del "pinochettismo" rilanciato dagli USA. Lui, il Benzi, detesta la rottura dell'egemonia sociale ottenuta dai ceti subordinati dell'America latina negli ultimi venti anni, colpevoli di non essere un "socialismo XXI" pret-a-porter per tutto il mercato-mondo. E ne celebra con frettolosa soddisfazione il funerale. Ma se lui possiede la formula magica -o la pietra filosofale- perché non fa il suo bravo "socialismo XXI" nel suo Belpaese? Nel frattempo, almeno eviti di puttaneggiare con oligarchie e sponsor...o di aver in uggia persino la "stabilitá economica" degli indigeni boliviani

 CARLO FORMENTI Il giro a l’izquierda in America Latina, la svolta a sinistra che ha visto l’andata al potere di governi progressisti in Argentina e Brasile e la

Arabia Saudita: Modello di valigia diplomatica (foto)


                                     VALIGIA DIPLOMATICA SAUDITA

jueves, 1 de noviembre de 2018

Italia: Enzo Apicella, ci ha lasciato (+vignette)


A 98 anni, Enzo Apicella ci ha lasciato, trascendendo ad un altro ciclo di vita. I suoi disegni davano espressione alla sua voce di protesta che era parte di un coro -ormai universale- che si é levato contro il neoliberismo e le elite globaliste.  
Tutti conoscono -e si riconoscono- nel lavoro grafico di Apicella, messo al bando dai media mainstream, perché chiaramente schierato e troppo corrosivo.
Enzo era un amico ed estimatore dei bolivariani e del Venezuela, che aveva

miércoles, 31 de octubre de 2018

ESPAÑA: PODEMOS DEFIENDE a VENEZUELA y DENUNCIA las SANCIONES de la UE (video)

Il risveglio anti-dollaro potrebbe essere più rude del previsto ed arrivare prima di quanto la maggior parte degli economisti preveda


famous painting dólar signo of Andy Warhol
Gli Stati Uniti stanno conducendo una guerra economica contro un decimo dei paesi del mondo, con una popolazione complessiva di quasi 2 miliardi di persone e un prodotto interno lordo (PIL) combinato di oltre 15 trilioni di dollari.

Tra questi ci sono Russia, Iran, Venezuela, Cuba, Sudan, Zimbabwe, Myanmar, Repubblica Democratica del Congo, Corea del Nord e altri sui quali Washington ha imposto sanzioni nel corso degli anni, ma anche paesi come Cina, Pakistan e Turchia che non sono completamente sotto sanzioni, ma piuttosto

MONDO MULTIPOLARE CONTRO LA GUERRA

martes, 30 de octubre de 2018

Trionfa l'elite liberista del Brasile: pericolo per l'Amazzonia

Una Formica che odia lo Scarafaggio votó a favore dell'Insetticida.
Morirono tutti, incluso il grillo che si era astenuto nella votazione.
Morale: l'elite colloca al vertice del potere politico una Controfigura macchietista, e si appresta ad appropriarsi della multinazionale petrolifera statale e dei gran giacimenti del Brasile. La privatizzazione sará totale, radicale, incluso

domingo, 28 de octubre de 2018

Sovranità o barbarie. Il ritorno della questione nazionale


       
Sovranità o barbarie" è il primo titolo di una nuova collana dell’editore Meltemi, diretta da chi scrive e intitolata “Visioni eretiche”. 

Titolo paradossale, ove si consideri che le “eresie” in questione altro non sono che la riproposizione di princìpi, teorie, concetti, ideali e punti di vista che, fino agli anni Settanta del secolo scorso, rappresentavano un patrimonio comune a tutto il movimento operaio internazionale (sia pure con varie sfumature, a seconda dei partiti e dei movimenti che si sforzavano di metterlo in pratica nei diversi contesti nazionali). 
Se oggi quelle idee appaiono eretiche, al punto da esporre chi le sostiene alle accuse di “rossobrunismo” da parte della nuova ortodossia, è perché tutte le sinistre – dai

viernes, 26 de octubre de 2018

ITALIA-UE: NESSUNA MONETA E' ETERNA

Resultado de imagen para lira italiana
Dal 1918, ben 67 Paesi sono usciti da unioni monetarie - E la vita continua...

 Coriolanis Le unioni monetarie non sono state mai eterne, durano quel che durano. La storia conferma che non esiste segno monetario immutabile o che ci abbia accompagnato dai tempi di Adamo ed Eva. Neppure dall'epoca dell'antica Roma o -piú modestamente- da Napoleone. Neppure quelli in cui la potenza marittima britannica consolidó la sterlina e un breve ma redditizio impero. L'Europa sopravviverá alla UE (non viceversa), perché il millenario crogiolo di civiltá-popoli-nazioni é cosa altra dal neototalitarismo liberista di fine millenio. No, il potere economico non deve assolutamente annettersi il potere politico: unica arma rimasta alla portata della glebe.

jueves, 25 de octubre de 2018

Fine del dollaro, fine delle guerre


   
Il Venezuela elimina l’uso del dollaro nel sistema bancario ufficiale, privilegiando euro, yuan e altre monete convertibili. E’ stata, ha spiegato il governo di Caracas, “una conseguenza delle recenti e illegali...    

domingo, 21 de octubre de 2018

Venezuela: Lo Stato esporta 878 miliardi contro i 121 del settore privato


Coriolanis - L'economista venezuelano Luis Salas Rodriguez ha dato a conoscere alcuni sorprendenti dati statistici. Distrugge un mito ben radicato, ma falso. Quello che descrive il settore privato dell'economia come vittima di uno Stato-orco che gli impedirebbe di svilupparsi. Insomma, un imberbe David contro un malvagio Golia che farebbe di tutto per mantenerlo nella

viernes, 19 de octubre de 2018

BRÉSIL: LA BATAILLE PRÉSIDENTIELLE IGNORE LE VRAI VENEZUELA


42980326_772917409706095_5815385594229948416_o
Le Venezuela s’est invité dans les élections brésiliennes non pas comme un vrai pays, mais comme l’épouvantail que chacun rhabille à sa convenance, au mépris total de la réalité – unique et complexe – de notre pays voisin. Les candidats de droite ont bourré leurs prêches contre Fernando Haddad de récits macabres sur le gouvernement bolivarien du président Nicolás Maduro. Ils ont insinué qu’en cas de victoire du candidat luliste, le Brésil se retrouverait plongé dans une crise similaire à celle qui affecte le Venezuela. Ce même discours

jueves, 18 de octubre de 2018

Arabia Saudita: Diritti umani, armamenti e svendita dei titoli USA



    
Dopo l'uccisione del "giornalista" Kashoggi all'interno dell'edificio diplomatico dell'Arabia Saudita in terra di Turchia, é diventato impossibile ai media occidentali ignorare i metodi repressivi utilizzati abitualmente dai sovrani

miércoles, 17 de octubre de 2018

BRASIL - Iglesia Universal: El megaemprendimiento evangélico que quiere tomar el poder con Bolsonaro


Iglesia Universal: El megaemprendimiento evangélico que quiere tomar el poder en Brasil junto con Bolsonaro
Edir Macedo fundó hace más de 40 años la institución evangélica más grande de Brasil. Hoy son 7 mil templos que reúnen a más de 8 millones de fieles provenientes de las clases sociales más vulnerables y su sobrino es alcalde de Río. Y si Bolsonaro se convierte en presidente, Macedo y su Iglesia Universal ingresarán junto a él al Palacio del Planalto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...