miércoles, 3 de julio de 2013

SERVA EUROPA di DISONORE OSTELLO

L'America latina ha vinto una importante battaglia contro le ex-potenze imperiali, oggi neocolonia USA
L'aereo del  presidente Evo Morales sta atterrando nelle isole Canarie. Ha seguito la rotta originaria, giá autorizzata dalla Francia+gli tutti gli altri vassalli minori d'Europa. Hanno fatto marcia indietro, rinunciando alla pretesa di perquisire l'aereo presidenziale, di proseguire il sequestro illegale e le vessazioni contro il primo presidente indigeno delle Americhe. L'Austria ha riscattato l'onore e il prestigio europeo, autorizzando
l'atterraggio d'emergenza dell'aereo a cui era stato sospeso il peremesso d'atterraggio quando era in pieno volo, mettendo a repentaglio la stessa vita di Evo Morales.

I mezzi di comunicazione hanno nascosto questo evento senza precedenti, con cui la classe dirigente del Vecchio continente ha esibito -non la antica arroganza imperiale- ma il suo attuale status di neocolonia reale. Obama, prima della tounée in Africa, aveva proclamato che non avrebbe ordinato il dirottamento manu militari di un aereo che trasportasse E. Snowden. Ha fatto di piú e di peggio. Farsesca balbuzie del presidente francese Hollande che nel giro di poche ore -passa da una impalpabile critica agli USA che spiano la Unione Europea- a dare l'OK per l'azione piratesca contro Evo Morales. Arresta il bombiere su ordine dell'incendiario.

Anziché aprire le porte al dissidente Snowden degli Stasi Uniti d'America, per aver rivelato al mondo come spiano cittadini, governi e ambasciate urbi et orbi, eseguono un'ordine per perquisire l'aereo in cui la NATO pensava che viaggiasse il dissidente che ha messo in guardia il mondo. La classe dirigente d'Europa é complice, arrendevole e consenziente alle pratiche clandestine di Washington, finalizzate a maltrattarla e soggiogarla. La UE finge di non capire che gli USA puntano a metterla definitivamente in ginocchio perché sono "la concorrenza" fastidiosa. I funzionari di Goldman Sachs, i managers area-CIA, i membri occulti delle varie sette globaliste alla Bilderberg, infiltrate ai vertici dei governi nazionali, banche centrali e di Bruxelles, vogliono unirsi  in matrimonio -ad ogni costo- con gli USA. Poco importa che vengano trattati come concubine di terzo letto o plastificate escort

L'America latina ha vinto una importante battaglia contro le ex-potenze imperiali, oggi ridotte a neocolonia USA. La UE ha palesato la sua disponibilitá ad assaltare le materie prime dell'ex "terzo mondo" con la forza bellica. Non con la cooperazione e la coesistenza pacifica, ma come soldati di ventura sottomessi a Stasi Uniti d'America. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...