jueves, 15 de noviembre de 2007

Messico- Comunicato della APPO

L’ASSEMBLEA POPOLARE DEI POPOLI DI OAXACA (APPO) rende noti al popolo di Oaxaca gli accordi della recente assemblea plenaria della APPO, tenutasi l’11 novembre 2007 nell’hotel del magistero.
Tale assemblea conferma gli accordi della scorsa assemblea plenaria del 28 ottobre e del 3 novembre, gli accordi della prima e della seconda assemblea statale tenutasi in data 10 e 11 febbraio e 1 e 2 giugno e il congresso costitutivo della APPO, con l’obiettivo di promuovere la riorganizzazione del nostro movimento sociale, dal basso e con tutti; pertanto quest’assemblea:

Conferma la richiesta irrinunciabile dell’uscita del fascista e tiranno Ulises Ruiz da Oaxaca e la sua condanna in quanto responsabile della morte di 26 compagni e compagne, scomparse forzate, torture, detenzioni illegali e la sua chiara complicità con i grandi capitali per saccheggiare la ricchezza della terra oaxaqueña.

Conferma la realizzazione della TERZA ASSEMBLEA STATALE dell’APPO con l’obiettivo di riorganizzare e rafforzare il movimento oaxaqueño, che avrà luogo in data 17 e 18 novembre 2007 presso l’auditorio dell’HOTEL DEL MAGISTERO a partire dalle 10:00 di mattina e nella quale tutto il popolo parteciperà all’analisi, al dibattito e alle DECISIONI.

Riconosce che l’unica via per conquistare la vera liberazione dei nostri prigionieri e procesados è il rafforzamento del movimento popolare oaxaqueño organizzato dalla APPO.
Sul piano elettorale, conferma gli accordi presi dall’Assemblea Statale del 10 e 11 febbraio e invita tutti quei compagni che vedono un’alternativa nella lotta elettorale a manifestarsi a nome della propria organizzazione e non dell’assemblea; pertanto precisiamo che l’attuale deputato Zenén Bravo Castellanos non è il deputato della APPO, bensì della sua organizzazione, e non c’è mai stato consenso sulla sua nomina all’interno dell’assemblea.

È dalla parte dei coraggiosi giovani e attivisti del movimento oaxaqueño, che vengono repressi e criminalizzati selettivamente da ULISES RUIZ ORTIZ e i suoi gruppi polizieschi militari, molti dei quali infiltrati nel movimento. Tali aggressioni derivano in arresti, con tanto di violenza fisica e psicologica, di sottrazione dei loro beni e di schedatura, con la chiara intenzione di individuarli per poi arrestarli o farli sparire.

Si unisce alla convocazione emessa dai compagni della sezione 22 a partecipare il prossimo 15 novembre alla manifestazione contro la relazione di governo di Ulises Ruiz Ortiz, che in maniera illegittima vuole ingannare un popolo, che gli ha già dimostrato che la sua presenza è indesiderata nello stato.
La legittimità della APPO risiede nella sua capacità di convocazione di ampi settori e di persone del popolo in lotta, perché la APPO è uno spazio ampio, plurale e includente, che funziona in base al consenso di tutti i partecipanti e non risponde alla politica particolare di nessuna organizzazione, né collettivo, sindacato, gruppo o persona, perché è patrimonio del popolo di Oaxaca, che ha dimostrato il proprio malcontento scendendo in piazza in massa.

Le assemblee plenarie tenutesi il 28 ottobre, il 3 novembre e l’11 novembre hanno la legittimità e il riconoscimento delle basi della APPO, come dimostrano i registri dei partecipanti; le convocazioni sono state pubbliche ed aperte: sono state effettuate nei concentramenti delle manifestazioni del 27 ottobre e del 2 novembre 2007, oltre attraverso i mass media cartacei ed elettronici.
Confermiamo il nostro appello all’unità con l’obiettivo di sostenere tra tutti questo grandioso movimento popolare che il coraggioso popolo di Oaxaca ha rafforzato dal 2006. Manifestiamo in base al rispetto e all’adempimiento degli accordi e principi della APPO per raggiungerlo.

Pertanto, rivolgiamo l’invito ampio, aperto e plurale al popolo di Oaxaca, organizzato e non organizzato, fin dai suoi settori, comunità, colonie e organizzazioni sociali, collettivi e persone che militano nella APPO, ad assistere il 17 e 18 novembre alla Terza Assemblea Statale, che ci permetterà di riorganizzare e riorientare la lotta del popolo oaxaqueño unito nella APPO.
PER I NOSTRI MORTI, DESAPARECIDOS, INCARCERATI E PERSEGUITATI POLITICI, NON UN PASSO INDIETRO!
TUTTO IL POTERE AL POPOLO!
FUORI ULISES RUIZ ORTIZ DA OAXACA!
CONDANNA AI COLPEVOLI!
LIBERTÀ AI PRIGIONIERI POLITICI!
ASSEMBLEA POPOLARE DEI POPOLI OAXACA