miércoles, 9 de enero de 2013

Sarkozy invió un killer per assassinare Chávez

L'agente del DGSE espulso dopo 3 anni di carcere
Il portale Reseau Voltaire del famoso giornalista francese Thierry Meyssan, ha affermato: “Il signor Bouquet (nella foto) era stato arrestato a Caracas il 18 giugno del 2009 insieme a tre cittadini dominicani; erano in possesso di un vero e proprio arsenale. Nell’appartamento comprato da Bouquet, la Polizia Scientifica venezuelana ha trovato 500 grammi di esplosivo plastico
C-4 (ad uso militare), 14 fucili d’assalto – 5 dei quali dotati di mirini telescopici, altri 5 con sistemi laser e uno con il silenziatore – e cavi speciali, 11 detonatori elettronici, 19.721 proiettili di diverso calibro, 3 mitragliette, 4 pistole con differenti calibri, 11 macchinari di comunicazione radio, 3 walkie-talkie e una base radio, 5 fucili da caccia calibri 12, 2 giubbotti antiproiettile, 7 uniformi militari, 8 granate, 1 maschera antigas, 1 coltello da combattimento e 9 recipienti di polvere da sparo”.

“Quando è stato processato, Bouquet ha ammesso di essere stato addestrato in Israele e di essere un agente dei servizi segreti francesi (DGSE). Inoltre ha riconosciuto che stava preparando un attentato per assassinare il Presidente del Venezuela, Hugo Chávez”.
Al termine del processo, Bouquet è stato condannato a 4 anni di carcere per «occultamento di armi da guerra». Scontata la sua condanna è stato scarcerato in accordo con l’ordine N° 096-12 della giudice Yulismar Jaime, ed è stato espulso dal Venezuela per «minaccia alla sicurezza nazionale», in virtù dell’articolo 39, paragrafo 4 della Legge sulla Immigrazione del Venezuela.
Le autorità venezuelane, fino a quel momento, avevano omesso le informazioni sul tema. I fatti sono stati confermati dal portavoce del ministero francese delle Relazioni Estere, Philippe Lalliot. L’Ambasciata di Francia a Caracas non ha voluto rilasciare informazioni al riguardo. 
La nostra indagine – conclude Red Voltaire – ci permette di arrivare alle seguenti conclusioni:
• Il Presidente francese Nicolas Sarkozy ha ordinato l’omidicio del suo omologo venezuelano, Hugo Chávez.
• L’operazione è stata un fallimento.
• La Francia ha dovuto concedere importanti compensi per evitare che il caso venisse alla luce durante il mandato presidenziale di Nicolas Sarkozy”.
[Traduzione di Violetta Nobili Saviola, ALBAinformazione]
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...