martes, 19 de febrero de 2013

Bolivia:Evo Morales nazionalizza gli aeroporti

Il Presidente Evo Morales, ha nazionalizzato tre aeroporti  boliviani, comprati a suo tempo dalle società spagnole Abertis e Aena.  L'incredibile è che durante l'epoca della foga delle privatizzazioni autolesioniste, se li agiudicarono con la modica cifra di...3000 dollari, e hanno realizzato utili per oltre due milioni di dollari. La nazionalizzazione è scattata di fronte
al rifiuto e alle tattiche dilatorie per  aumentare gli investimenti a 36 milioni di dollari per la modernizzazione degli aeroporti di La Paz, Cochabamba e Santa Cruz, nei prossimi nove anni.
Morales nazionalizza la società che, nel 1999, entrò a far parte della BIT, una multinazionale di Londra che gestiva gli aeroporti di tutto il mondo, e fu poi acquistata nel 2004 da Abertis ed Aena.
La politica di nazionalizzazione del governo di EvoMorales si concentra sulle strategiche risorse naturali (gas e minerali) e sui servizi pubblici, come strumenti per rilanciare l’economia boliviana. Lo Stato agisce quando si scontra con l'inerzia e logica esclusivamente speculatrice  delle imprese e banche straniere. Da Madrid reagiscono con parole grosse, però in passato Evo Morales non si è lasciato intimidire neppure dai pronuciamientos corali dei superburocrati di Bruxelles.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...