domingo, 30 de junio de 2013

Oliver Stone: USA spia nemici, amici e i suoi cittadini

Obama ha processato il doppio degli informatori accusati da tutti i presidenti precedenti
Il regista Oliver Stone più centinaia di intellettuali ed artisti, hanno rivolto un appello al Presidente Correa del Ecuador affinhè dia asilo a E. Snowden. Tra altre argomentazioni, sottolineano che "le rivelazioni fatte da Snowden hanno contribuito molto per sensibilizzare sull'allarmante livello raggiunto dal governo degli Stati Uniti per spiare i suoi cittadini e le persone di tutto il mondo. Ha rivelato gravi abusi della National Security Agency "
(NSA) degli Stati Uniti, che cerca di ottenere e raccogliere un sacco di informazioni travolgenti, lesive dei cittadini statunitensi. Snowden ha anche dimostrato che la costante sorveglianza della NSA vale anche per i milioni di persone negli Stati membri le cui telefonate, e-mail e altre comunicazioni sono un obietivo, vengono intercettate, ascoltate e lette.

Questi sono i gravi abusi dei diritti costituzionali fondamentali dei cittadini americani e delle persone di tutto il mondo. Tuttavia, invece di concentrarsi sul pericolo per la "libertà e la privacy di queste rivelazioni, sulla necessità di fare riforme per i diritti dei cittadini," l'amministrazione Obama, il Congresso e gran parte dei media si dedicano ancora una volta solo a provocare l'odio contro Snowden. 

Questo informatore, con grande rischio personale, ha deciso di farsi avanti e informare il pubblico americano e il mondo intero su quello che stanno facendo. Purtroppo, molti mezzi di comunicazione e di altre istituzioni che dovrebbero svolgere il ruolo di guardiani dei diritti, hanno abdicato alle loro responsabilità.

Abbiamo visto che questo dramma, si è ripetuto più volte sotto la presidenza di Obama. La sua amministrazione ha processato il doppio degli informatori -sotto l'Espionage Act- che tutti i presidenti precedenti. Questi hanno incluso Thomas Drake, che ha denunciato irregolarità nella NSA, il soldato Bradley Manning, accusato di fornire informazioni a Wikileaks che rivelano crimini di guerra degli Stati Uniti, ingerenza negli affari di altri paesi, e altri reati gravi e inquietanti. Manning è prigioniero da tre anni prima di avere un processo formale, e le indagini delle Nazioni Unite indicano che ha subito un "trattamento crudele, inumano e degradante".



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...