lunes, 21 de julio de 2014

Israele perde 16 soldati e un ufficiale a Gaza


gas-station-fire-israelcaptureL’Associazione degli industriali israeliani (AII), rende noto che al decimo giorno di attacchi aerei e bombardamenti scatenati dal governo di Tel Aviv contro la popolazione di Gaza, ammonterebbero a 70 milioni di euro i danni provocati dai missili lanciati dal eterritorio palestinese. L'AII ritiene che il 40% delle perdite econmiche è  dovuto all'impatto dei missili contro le istallazioni industriali del sud israeliano.
In queste fabbriche lavora il 30% della manodopera industriale.
Il resto dei danni si deve alla chiusura dei negozi ed ufficie  all'assenteismo, visto che una salariato su due non si reca al proprio posto di lavoro; alle ferie obbligatorie o alla partenza per il fronte dei riservisti mobilitati. E' sceso a picco anche il turismo dopo un periodo di ascesa vertiginosa. Si ha l'impressione, in realtà, che le perdite economiche siano sensibilmente maggiori a quelle denunciate dagli industriali, alle prese anche con un rialzo del costo del petrolio.
All'ultima ora, si apprende che le autorità militari riconoscono ufficialmente il sequestro di un giovane militare israeliano all'interno di Gaza, e l'uccisione di 16 appartenenti alla mitica brigata "Golani" - tra cui un maggiore- nel corso di uno scontro in cui Hamas ha sparato contro di loro un missile terra-terra-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...