martes, 24 de febrero de 2015

Guatemala: Indigeni vogliono la nazionalizzazione dell'elettricitá

Indigeni e contadini fanno blocchi in 15 strade nazionali - Protesta si é estesa a 13 regioni 
Accusano l'impresa Energuate, appartenente alla britannica  Actis, per le "tariffe esagerate" a cambio di un servizio discontinuo, carente e precario, soprattutto  nei villaggi poveri dei contadini indigeni dell'Altiplano occidentale. Cosí segnala un comunicato  del Comité de
Desarrollo Campesino (CODECA). "Nazionalizzare l'energia elettrica" e "Via Energuate" sono le parole d'ordine scandite durante i blocchi stradali e le manifestazioni di solidarietá. La Polizia segnala che la protesta si é estesa a 13 regioni del Guatemala.
I manifestanti, inoltre, respingono la proposta del governo neoliberale di abbassare il salario minimo in alcune localitá per favorire la crescita di alcune industrie


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...