viernes, 9 de marzo de 2012

Giamaica grida "schiavista" al principino Harry

Il principino Harry è stato accolto con grida ostili dai manifestanti giamaicani ("schiavista!") durante le proteste contro la visita all'isola di Bob Marley.  All'uscita dalla chiesa battista W. Knibb, in cui aveva dovuto rendere omaggio al patriota anti-schiavista Knibb, il principino si è ritrovato faccia-a-faccia con gli attivisti del movimento che stanno lottando per il recupero pieno della sovranità della Giamaica. Com'è noto, la corona inglese conferisce limitati poteri e sovranità a molte delle nazioni dei Caraibi, La corona  si
riserva la determinazione della loro politica internazionale. In questo modo Londra conta ben 9 voti nell'ONU, ed è l'unico Paese che ha il potere di votare per conto delle sue ex-colonie.
In Giamaica si è sviluppato un forte movimento anti-colonialista e anti-monarchico, e vanno verso un referendum per la conquista della piena sovranità nazionale. La Primo ministro Portia Simpson Miller ha recentemente ribadito la sa sua volontà di trasformare la Giamaica in una Repubblica.


Inoltre è stata storicamente penalizzata con secessioni territoriali- uno "spezzatino" praticato con particolare solerzia contro l'isola dei rasta- che l'ha amputata e dissanguata. Sono nati in questo modo la paradisi fiscali a catena. L'Isola di Caiman -autentica Mecca della pirateria finanziaria internazionale e degli speculatori di minor cabotaggio- era un territorio appartenente alla Giamaica. Oggi è un centro di malaffare, riciclaggio di capitali ed evasione fiscale di grossa stazza. La Giamaica post-referendum si avvia ad aderire all'Alleanza Bolivariana delle Americhe (ALBA) il polo delle nazioni centroamericane, dei Caraibi e sudmaericane promosso dal Venezuela. La svolta repubblicana della Giamaica produrrà un effetto domino nei Caraibi, ed anche Bahamas, Barbados y Grenada sfuggiranno alla corona inglese.







Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...