jueves, 14 de marzo de 2013

Bergoglio, gran amico delle elites argentine

Papa e dittatore Videla

Il quotidiano argentino Pagina12 pubblica un profilo del novello papa Francesco I. Non si esime dal ricordare che come cardinal Bergoglio presenta alcune ombre nella sua biografia QUI. Su Bergoglio ci sono ombre per il suo atteggiamento durante la dittatura militare, mai condannata o criticata. E' messo in discussione, accusato da varie testimionanze, per la scomparsa di alcuni sacerdoti ad opera delle polizie segrete della dittatura. Jorge Maria Bergoglio in tempi recenti, quando era alla testa della Conferenza Episcopale ha

vedi  HABEMUS PAPAM: Francesco I ma che storia ha? QUI
attaccato in varie occasioni il governo della Presidente Cristina Kirchner e quelli del nuovo corso latinoamericano. Nel 2008, durante il forte conflitto che contrappose il settore agroesportatore al governo di Buenos Aires, a causa di una tassa che avrebbe gravato le esportazioni, il cardinal Bergoglio prese partito per costoro. Pretese da Cristina Kirchner un ''gesto di grandezza'' a favore del latifondisti. Bergoglio ha scritto un libro sulla visita del Papa polacco a Cuba, 'Dialogo tra Giovanni Paolo II e Fidel Castro''.

La Chiesa latinoamericana conta il maggior numero di fedeli e deve far fronte all'avanzata concorrennza degli evangelici. Allo stesso modo, l'emergente blocco sudamericano e l'estendersi della mareggiata ''populista'' e antiFMI fino al livello governativo in Brasile, Argentina, Uruguay, Peru, Bolivia, Ecuador, Venezuela, Nicaragua e Salvador, spiegano il segno geopolitico della scelta Vaticana a favore di Bergoglio. I suoi precedenti, pero', lasciano intravedere un replay del Papa polacco e della sua operazione di destrutturazione dell'area sovietica e della repressione della Teologia della liberazione nelle Americhe non anglosassoni.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...