viernes, 27 de junio de 2014

M5S alla Camera: In UCRAINA ci sono di campi di concentramento



"Questa politica estera è semplicemente sbagliata e non la condividiamo"
  L'Ucraina usa i suoi soldati contro la popolazione civile, e tratta come nemico il popolo che dovrebbe difendere. Lo fa con il sostegno diplomatico, economico e militare degli USA e dell'Europa. La NATO interviene apertamente e illegalmente in un Paese che non fa parte dell'alleanza, che conduce una repressione che è sempre più una subdola "pulizia etnica".


 Riciclano la feccia neo-nazi in una funzione del tutto simile a quella degli "squadroni della morte" allestiti dal Pentagono nell'area latino-americana.  
La NATO manda armi e schiera i suoi reparti scelti lungo tutto lo scacchiere, e soffia sul fuoco nella speranza che divampi l'incendio. Però la Russia non abbocca, non interviene militarmente, anzi Putin ha incaricato la Duma di cancellare l'autorizzazione a invadere l'Ucraina, concessa dopo i massacri degli ucraini russofoni, russofili o federalisti.
L'Italia e il resto d'Europa, fanno spericolati autogol in serie, e settembre sarà la data fatidica in cui la metereologia mostrerà la misura della dipendenza dagli idrocarburi russi. Bruxelles sabota irresponsabilmente il contratto per il gasdotto "south stream" che porterebbe direttamente dalla Russia il fabbisogno di gas. Gli USA vi si oppongono, e la UE dice signorsì!, tirandosi la zappa sui piedi.
Solo il M5S ha una chiara posizione di condanna verso una politica estera disegnata altrove, non in Italia e non in Europa. Alla Camera dei Deputati, Marta Grande denuncia i campi di concentramento creati dal governo di Kiev del presidente Poroshenko e sui "massacri etnici"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...