jueves, 8 de enero de 2015

Francia: CONSIDERAZIONI PERSONALI SU UN RECENTE ATTENTATO

Antonio de Martini  Il primo effetto è otto gli occhi di tutti: piazze piene dappertutto ma nessuno più che imprechi contro il proprio governo. Adesso hanno un nemico esterno da  odiare, l’Islam. Splendida eccezione Napoli che ha riempito la sua piazza plebiscito per il funerale bis di un cantautore morto tra le braccia dell’amante. Oratore ufficiale, il Cardinale Arcivescovo della città ( Sepe) alla presenza delle due mogli del de cuius. Un peccato non aver sentito il discorso.
Secondo effetto. Mi sento riportato
alla mia giovinezza, per la precisione al novembre 1963, quando uccisero John Kennedy.
Non capivo come mai la polizia avesse identificato con tanta prontezza il killer ( Oswald) e lo avesse rintracciato in un cinema, arrestandolo. Poi si è capito.


Anche in questa sciagurata occasione non capisco alcune cose:
A) come la polizia sia giunta alla identificazione dei killers – tanto più che erano mascherati ed hanno ucciso quasi tutti quelli che gli capitavano a tiro-come mai la polizia ha attribuito la patente di ” grandi professionisti” a due persone che uccidono uomini inermi senza incontrare resistenza degna di nota e abbandonano la patente nell’auto rubata con cui fuggono dalla scena del delitto. Da quando, se vado a uccidere, mi porto dietro i documenti?

B) il più giovane dei tre imputandi ha un alibi di ferro: era a scuola ed è stato visto da tutti i suoi compagni di classe e, presumo, dagli insegnanti… Infatti si è costituito e la polizia lo ha arrestato, presumo, per non aver marinato la scuola.

C) i due fratelli in fuga non hanno avuto una educazione islamica: Paris Match- il settimanale per cui lavora Valerie Tierwailer già première dame Di Francia, ha scritto che si tratta di un orfano ( il grande) che ha perso i genitori in tenera età ed è stato allevato in un orfanatrofio francese a spese dello stato. Ora che è stato tirato in ballo anche il fratello minore temo che valga anche per lui.

D) la polizia nelle prime ore seguite all’attentato ha fermato sette persone, tutti familiari o amici frequentatori degli indiziati. Segno che vogliono isolarli dal loro contesto socio familiare.

Se ne deduce che erano personaggi ben noti di cui avevano annotato anche eventuali indirizzi di rifugio e che non vengono considerati “professionisti”. I professionisti non vanno a rifugiarsi dal cognato.


E) finora gli attacchi terroristici erano di due differenti tipologie: vendette mirate o stragi indiscriminate. Questo attacco rappresenta una novità e va segnalato a tutti perché si provveda. È stato fatto?

F) in più luoghi di Francia sono stati segnalati attacchi armati a Moschee e anche, fortunatamente senza vittime, a una famiglia dall’aspetto arabo in automobile. La Francia laica ha provveduto a mettere in sicurezza questi luoghi frequentati da cittadini francesi o ha dato ragione a chi dice che sono cittadini di serie B? 

G) il ministro dell’interno ha decretato l’innalzamento del livello di allarme antiterrorismo in tutta a Francia. Anche questo non lo capisco, mi sembra tardi e crea inutile allarme tra la popolazione, ma chi sono io per giudicare, direbbe un sacerdote che vive nel mio quartiere?

fonte  CORRIERE DELLA COLLERA
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...