martes, 9 de junio de 2015

Europa: SALVARE la PACE SCONFIGGENDO le ELITES



Niente soldi per la pace sociale in Grecia - Pioggia di fondi per la guerra civile dei golpisti dell'Ucraina 

Tito Pulsinelli  Il limone è stato spremuto fino in fondo, rimane solo la buccia. E' salutare arrendersi all'evidenza e guardare la sostanza. E' il denaro ormai a scrivere, fare e applicare la legge. Detta le regole del gioco, smantellando, minimizzando o beffando ogni istituzione residuale che emana dal suffragio universale. Non ci sarebbero soldi per la Grecia, però non li fanno mai mancare alla giunta nazi che hanno istallato in Ucraina. Si tocca il fondo: zero appoggi per

vedi : Il populismo è democratico QUI - L'Europa è ben altro che "UE" e "occidente" qui
conservare la convivenza civile in Grecia, e generose donazioni a fondo perduto ai maestri di guerra civile di Kiev. E sperano che riescano a scatenare conflitti peggiori con la Russia.

Le autopraclamate elites europee, degnamente rappresentate dai funzionari di Bruxelles, sono ridotte a un livello di sottomissione senza precedenti, sconosciuto a qualsiasi governo e leader alla guida di un Paese europeo, dal 1945 ai nostri giorni. Agiscono tutti come adepti indifferenziati della stessa fede: piú la ricchezza é concentrata in pochissime mani, meglio é!

Hanno riprodotto una pessima copia del modello ultra-liberista, diventando acefali gemelli siamesi d'un sistema che si sorregge solo grazie all'espansionismo militare permanente e alla discordia seminata in casa d'altri, persino con truppe mercenarie. Il ritorno alla dimensione di "espressione geografica" nella penisola occidentale europea, ha implicato la liquidazione dei partiti, sindacati e società civile e dei valori fondatori di ogni società armonica. 

Le grandi ideologie  basate sulla classe, individuo, razza e nazione hanno ceduto il passo al dominio dell'aristocrazia finanziaria e alla sua bulimia. Arrese al dogma nichilista dell'economia come valore supremo e unico. C'è posto solo per i diktat, la faziosità e la menzogna. Il "liberalismo" surgelato è solo una foglia di fico, utilizzata per gli utili idioti dai Grandi Banchieri e dai "monetifici" delle borse. Costoro negano a chiunque qualsiasi diritto, salvo quelli che li avvantaggiano.

Siamo ad una svolta cruciale: per salvare la pace è indispensabile un colpo di timone, un vigoroso cambio di rotta. Bisogna sconfiggere il progetto oscurantista dell'oligarchia finanziaria , autoritario all'interno e bellicoso oltrefrontiera. L'approvazione del trattato di libero commercio con gli USA (TTPI) sarebbe la pietra tombale per la sopravvissuta autonomia produttiva. E chiuderebbe per una lungo periodo la questione sociale, l'anelo alla democrazia partecipativa e all'equitá, indispensabile cemento per la coesione sociale di ogni comunitá umana .

Nell'attuale fase di arretramento, la capitolazione delle giá cooptate classi dirigenti é il preludio dell'implosione. Nemmeno la pasta e la alimentazione nazionale sono sfuggiti al controllo straniero. Di fronte ad una vulnerabilità strategica estrema, si impone la rivendicazione dell'autonomia e della sovranità decisionale. A tutti i livelli. Primo passo fermo contro il falso cosmopolitismo di chi mette l'economia al di sopra delle esigenze vitali dell'uomo. Di chi sacrifica senza scupoli salariati, disoccupati, pensionati, classe media, produttori per il mercato interno ecc, e fa ponti d'oro esclusivi per i re della speculazione e dell'usura. 

La sovranità ha la capacità di sottrarre spazi di manovra alla barbarie e ampliare quelli movimento reale del superamento. Ad Atene, Madrid, Bulgaria e Polonia comincia a soffiare e prende forza il vento della sovranitá, per recuperare il controllo di qualcuna delle redini del proprio futuro.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...