lunes, 11 de julio de 2016

"Suicidato" l'hacker che svelò al mondo le mail della Clinton

Alerte… Guccifer, le hacker roumain qui a piraté les e-mails Clinton a « été suicidé » dans sa cellule

Il giornale Christian Times (qui) ha reso noto che l'hacker rumeno Guccifer, che aveva carpito e diffuso le mail contenute nel computer di Hillary Clinton, è stato ritrovato senza vita nella cella della prigione della Virginia. Guccifer conosciuto come Marcel Lazar Lehel, aveva subito l'estradizione negli USA, dopo la diffusione della corrispondenza
istituzionale della chiacchierata candidata presidenziale Clinton. Le mail incrimante testimoniano come l'ex responsabile della politica estera di Obama, facesse un uso improprio e illegale, atto a ricavare vantaggi personali, non solo politici, dalle informazioni istituzionali riservate

E' assai singolare che il "suicidio" di Guccifer avvenga appena quattro giorni dopo che il FBI discolpasse la ex ministro quando una commissione di indagine parlamentare voleva veder chiaro nella oscura vicenda. Il FBI ha bloccato -per ora- ogni ulteriore approfondimento, come se la diffusione anomala di dati riservati del Dipartimento di Stato sia meno importante della prospettiva elettorale di una candidata poco scrupolosa. 

Christian Times rivela inquietanti dettagli relativi alla dinamica della morte dell'hacker rumeno, troppo frettolosamente caratterizzata come "suicidio". La Clinton è una candidata che ha troppo piombo nelle ali. Come presidente avrà un volo a raggio ridotto?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...