domingo, 15 de agosto de 2010

Pirati informatici attaccano il sito de lapatriagrande.net

Il sito de La patria Grande, www.lapatriagrande.net, medio alternativo indipendente di Caracas, lo scorso 31 luglio è stato attaccato da hacker, che avevano inserito un virus o meglio un malawere che si propagava a chi tentasse di entrare. Per tale motivo è stato considerato da google “sito pericoloso”. Il responsabile del sito ha prontamente informato il provider ed il malawere è stato rimosso. In seguito, Google ha rimosso la dicitura di “sito attaccante”. Adesso il sito è nuovamente accessibile e libero da virus.

Desta meraviglia che tale sito sia attaccato da pirati informatici, benché, non più attualizzato da circa due anni. Evidentemente i contenuti in esso pubblicati, sono di gran attualità e danno fastidio a qualcuno. Ricordiamo (*) che la patria grande, in linea nella versione attuale dall'inizio del 2006, raggiunse un grande successo, arrivando ad avere circa 15.000 visite giornaliere, secondo certificazione di Google analytics. Proprio nel momento del suo massimo successo (ottobre/novembre 2008), ebbe un problema tecnico e a causa della mancanza di un vero informatico, all'interno del gruppo che lo realizzava, capace di capire il vero problema tecnico, non fu possibile continuare ad attualizzarlo e rimase paralizzato.

Benché paralizzato, in tutti questi mesi, pur non raggiungendo i picchi di quanto era attivo, continuava a ricevere 2.000 visite giornaliere, che scendevano a 1.000 nel fine settimana. Numeri che farebbero la felicità di qualsiasi sito. Evidentemente è da ricercare in questo successo i motivi dell'attacco e del tentativo di mettere fuori uso il sito.

(*) Per un riepilogo sui dati d'accesso e gli articoli più letti de lapatriagrande.net vedasi, url: www.folliero.it/02_articoli_attilio_folliero/2009/2009_05_15_los_articulos_mas_leido_de_la_patria_grande.htm

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...