jueves, 4 de noviembre de 2010

USA: La FED annuncia la stampa di altri 500/600 miliardi di dollari.

...guerra monetaria in corso

Attilio Folliero
Caracas - La Federal Reserve, in una riunione straordinaria conclusasi poco fa, ha preso la decisione di stampare fra 500 e 600 miliardi di dollari. Tali soldi servono a comprare buoni del debito pubblico USA, emessi dal Tesoro, con i quali il governo finanzia gli ingenti disavanzi di Bizancio, dovuti soprattutto all’incremento delle spese militari ed agli aiuti di stato alle grandi imprese  in crisi.

Fino a quando il mercato mondiale poteva acquistare tali buoni, non c’era di che preoccuparsi, ma ora che tali somme necessarie a ripianare il disavanzo sono sempre piu alte, diventa sempre piu difficile trovare istituzioni, stati e privati disposti ad acquistarli.

Di qui la crescente necesita di ricorrere a tale pratica: il banco centrale (privato) degli USA, la Federal Reserve, stampa i soldi per acquistare buoni a lungo termine, a 30 anni, con tassi di interesse alquanto bassi del 4,5%, ma crea i presupposti per una crescita dell’inflazione e la svalutrazione del dollaro. Il continuo ricorso alla stampa di dollari inorganici, creati dal nulla, è una pratica ormai diffusa negli USA, che negli ultimi due anni hanno immesso sul mercato 1.800/2.000 miliardi di dollari.

Ovviamente la scusa ufficiale è la necesità di iniettare denaro fresco al mercato per stimolare la crescita e ridurre la crecente disoccupazione. Ovviamente, mentre la stampa USA giustifica (leggasi il Washington Post), in altri paesi sale la preoccupazione. Leggasi, a titolo di esempio, con quanta preoccupoaziuone ha accolto la notizia la stampa russa (Russia Today, in inglese)

Dopo l'annuncio, il dollaro ha subito perso un 3%, passando da circa 1.39 a quasi 1,42.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...