miércoles, 9 de febrero de 2011

Cile: Multinazionale canadese ostacola il Festival della canzone di Viña del Mar

Multinazionale mineraria Barrick Gold dice no ad una canzone di denuncia ecologica
Lo scrittore e cantante Patricio Manns, assieme a varie ONG e organizazioni ambientaliste hanno accusato l’impresa mineraria  Barrick Gold di voler impedire la partecipazione al Festival Internazionale di  Viña del Mar, di una canzone che denuncia la distruzione di un ghiacciaio. Patricio Manns, compositore del tema “De Pascual Lama”  ha detto al quotidiano La Nación di Santiago: “La multinazionale canadese  ha reagito inviando un comunicato ai deputati e senatori cileni
per tentare di bloccare la presentazione della canzone. La multinazionale Barrick sta cercando di imporre una miniera a “cielo aperto” per l’estrazione dell’oro, lungo la frontiera argentino-cilena. A tal fine, ha spinto per un discusso trattato che debilita e viola le leggi nazionali dei due Paesi.

La canzone di Patricio Manns comincia così: “i ghiacciai stan morendo d’una morte lenta, il ghiacciaio nacque attivo e in acque pure, pero l’uomo ha messo un capestro al collo del’acqua”. Di fronte alle forti  pressioni di  Barrick Gold, il direttor dell’ Observatorio Latinoamericano de Conflictos Ambientales (OLCA), Lucio Cuenca, ha dichiarato a Radio del Mar che “ non deve sorprendere che Barrick e le sue agenzie di comunicazione in Cile e nel mondo, facciano pressioni sui media per far sparire ogni tipo di critica della società civile attiva contro le sue pratiche distruttive. Hanno sempre fatto questo sui governi, comunità locali e le organizzazioni ambientaliste, anche a livello internazionale”.

Il direttore dell’OLCA ha auspicato che gli organizzatori del Festival internazionale di Viña del Mar non si pieghino ai soprusi della Barrick e che venga salvaguardata la libertà d’espressione”.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...