sábado, 2 de julio de 2011

Presidente argentina:La ricetta prescritta alla Grecia non curò l'Argentina


Inutili gli "aiuti" alle condizioni neoliberiste - nel 2001, l'Argentina smise di pagare gli interessi su 102 miliardi di dollari
La presidente argentina, Cristina Fernández, ha messo in guardia che è un errore imporre alla Grecia la stessa ricetta che non produsse nessun risultato positivo nel suo Paese. Anzi, nel 2001 portò alla più grande sospensione dei pagamenti della storia finaziaria. "Stanno insistendo con misure che saranno molto nocive" ha detto durante i lavori sulle
politiche monetarie del Banco centrale dell'Argentina, membro del G20. Cristina Fernandez mise in risalto che la chiave di volta del capitalismo è il consumo, pertanto quando si riduce drasticamente il consumo, si finisce per danneggiare non solo i settori popolari, ma tutto il resto. Per superare la crisi della Grecia, bisogna mettere da parte gli "schemi tradizionali" ed evitare le politiche neoliberiste che affossarono l'Argentina e l'America latina negli anni 90. Per superare la crisi greca e di altre nazioni, bisogna evitare le politiche neoliberiste che imposero all'Argentina ed America latina negli anni 90. "Più si rimanda l'approccio corretto, più gravi saranno le conseguenze". E ricordò che il suo Paese, pur ricevendo "aiuti" con le condizioni-capestro del neoliberismo, nel 2001 non riuscì ad evitare la sospensione dei pagamenti di ben 102 miliardi di dollari.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...