viernes, 22 de junio de 2012

Paraguay:Golpe "costituzionale" in atto

Il blocco latifondista vuole sbarazzarsi in 48 ore del Presidente scelto dagli elettori
Una 70ina di  senatori del Paraguay hanno messo sotto accusa il Presidente F.Lugo per destituirlo ipso facto dalle sue funzioni. Gli hanno ingiunto di comparire davanti a loro a difendersi, con regole ad hoc da loro stessi stabilite. E concedono un'ora e mezzo di tempo per rintuzzare le accuse. Un vero e proprio golpe-express ben avvolto in una carta-regalo perfettamente giuridico-legulea. Di che cosa è acusato l'ex vescovo Lugo giunto alla presidenza paraguayana? La scorsa settimana, durante l'occupazione di un latifondo nella località amazzonica di Curuguaty, sono rimasti uccisi 12 contadini e 6 poliziotti. Nessun tribunale è riuscito finora a fare una ricostruzione dello scontro a fuoco, in cui sono coinvolti anche paramilitari che fungono come
polizia privata dei latifondisti. Senza una ricostruzione degli investigatori della polizia e in assenza di un qualsiasi pronunciamento delle autorità giudiziarie, con una celerità molto sospetta, i senatori hanno ordito una manovra tendente a destituire in sole 48 ore il presidente scelto dagli elettori, dopo una terna dittatura. E decenni di inestabilità, colpi e olpetti di Stato. Per loro, c'è un solo colpevole, si chiama Lugo e deve andare a casa.


Le forze armate non partecipano né appoggiano questa manovra "dirittoumanista". Ad Assuncion sono già arrivati tutti i ministri degli esteri dell'Unione di Nazioni Sudamericane (UNASUR), forti della "Carta democratica" che si attiva quando si fa ricorso a metodi e mezzi anomali ed illegali per interrompere il processo democratico. Tra le misure previste vi è la rottura diplomatica, chiusura delle frontiere terrestri da parte dei Paesi confinanti, sospensione dei voli dal Sudamerica, persino alla restrizione dei commerci. L'UNASUR agì con successo facendo abortire il golpe-separatista in Bolivia ordito nella regione di Cochabama e contro il golpe innescato in Ecuador con il sequestro del Presidente Correa. Definitivamente, in alcuni Paesi non sono sufficienti le elezioni per inaugurare un nuovo corso.
Il golpismo ha la forza degli agro-esportatori, del potere mediatico che è loro proprietà, della Conferenza episcolpale e dei settori urbani medio-alti. Sfidano la base sociale popolare di Lugo, la maggioranza elettorale. le forze armate el blocco sudamericano.













Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...