domingo, 3 de abril de 2016

ENI: Enrico Mattei e il cartello del petrolio (video)


C'è un abisso storico con l'Italia del dopoguerra che riesce a dotarsi di uno strumento autonomo per approvvigionarsi delle materie prime energetiche, grazie a uomini come Enrico Mattei. Oggi, la classe dirigente italiana di passaporto -ma globalista de facto- ha compiuto il capolavoro di tirarsi la zappa sui piedi: tributaria della NATO per aggredire la Libia, e omertà assoluta con i killers di Gheddafi. Il tutto per
perdere l'esclusiva sui migliori giacimenti,contratti vantaggiosi e un gran mercato per le esportazioni italiane. Ora gli anglosassoni stanno riuscendo anche a provocare la rottura con l'Egitto per tagliare fuori l'ENI dagli enormi giacimenti scoperti al largo della costa egiziana... Gli anglosax sanno rigirare la calzetta dei "diritti umani" come meglio conviene, pronti a ribaltare i loro "principi" appena le contrapposte bande di tagliagole fondamentalisti di Libia, o i terribili dittatori del Cairo, assegnano concessioni alle loro multinazionali.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...