lunes, 26 de julio de 2010

Colombia: Fosa de la muerte en la Macarena (video)



Il governo di Uribe continua a negare l'esistenza di questa mega-fossa comune di vittime politiche della repressione, e cerca di minimizzare l'effetto dirompente della macabra scoperta sostenendo che si tratterebbe di "soli 400 assassinati", e che le sepolture "non furono clandestine". Uribe vorrebbe dar a intendere che è un normale cimitero, situato a ridosso di una base militare, e che è "normale" che i militari abbiano sempre impedito ai contadini della zona l'accesso a quell'area.

Gli abitanti della Macarena, assumendo grandi rischi, denunciano pubblicamente che dal 2005 i voli degli elicotteri militari scaricarono innumerevoli corpi avvolti in borse di plastica -solitamente usate per lo smaltimento della spazzatura- e poi sotterrati alla rinfusa. Senza la presenza di familiari nè di civili. I sei eurodeputati che hanno presenziato, reclamano una indagine internazionale indipendente. Le organizzazioni che difendono le vittime della repressione parlano apertamente di "fossa comune più grande del continente" che supera di gran lunga le gesta di Pinochet o dei dittatori argentini. Per una approssimazione veridica bisogna cominciare a pensare che "Uribe è il Pol-Pot latinoamericano".
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...