lunes, 7 de febrero de 2011

Haiti: Aristide sulla via del ritorno

Pressioni del Sudafrica su Hillary Clinton - Aristide chiede passaporto diplomatico
Dopo il ritorno del dittatore Duvalier, manovrato dietro le quinte dagli Stati Uniti, Francia e Canada, con l'assenso dell'attuale "governo" di Port au Prince, e con il comando dei caschi blu della MINUSTAH totalemte consenziente, si fanno più insistenti le voci di un imminente ritorno dello spodestato Presidente Aristide.
Titide, com'è conosciuto l'ex sacerdote che arrivò alla presidenza con elezioni pulite e voto di massa, si trova in esilio forzato in Sudafrica. Sono venuti alla luce i contatti ufficiali delle autorità sudafricane che fanno pressione su quelle degli Stati Stati affinchè non si
oppongano al ritorno in patria di Aristide.
E' insostenibile, infatti, che Washington non abbia nulla da obiettare sulla presenza nell'isola delle Antille dell'ex dittatore Baby Doc, mentre continua ad ostacolare il ritorno di Aristide che venne sequestrato da commandos USA, messo su di un aereo e deportato in Sudafrica. Finora, non c'è stato nessun comunicato ufficiale dopo i ripetuti incontri avvenuti tra la diplomazia Sudafricana e quella di H. Clinton.
La portavoce dell'ex Presidente Aristide non ha smentito la notizia sempre più diffusa del suo imminente ritorno, ed ha confermato che il presidente-deportato ha sollecitato la restituzione del suo passaporto diplomatico.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...