domingo, 9 de febrero de 2014

Danimarca: 200mila contro Goldman Sachs e governo

In poche ore, più di 200mila cittadini della Danimarca hanno firmato una carta di protesta contro il governo, in cui l'accusano di aver venduto il 19% delle azioni della Dong Energy alla famigerata banca nordamericana Goldman Sachs (QUI) . La Dong Energy è un impresa pubblica danesi protagonista assoluta del settore energetico di quel paese. L'indignata e
pronta reazione fa traballare il governo “socialdemocratico” poichè 6 ministri del partito popolar-socialisti si sono dimessi. 
Goldman Sachs ha suscitato la riprovazione pubblica per aver messo le mani sull'energia con un'operazione sospettosa. Ha comprato nascondendosi dietro una compagnia registrata in Lussemburgo, posseduta da azionisti con base in due noti paradisi fiscali: le isole Caiman e lo stato nordamericano del Delaware. Nonostante la Danimarca continuerà a controllare il 60% della Dong Energy, la rabbia contro il governo si deve all'aver ceduto alla pretesa della Goldman Sachs che -nonostante l'esiguità del suo capitale- ha diritto di veto nelle decisioni ritenute strategiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...