viernes, 31 de octubre de 2014

Benvenuti nel nuovo ordine mondiale

4 Paesi del BRICS tra le prime 10 economie

 Quando piove diluvia. La relazione annuale del Fondo monetario internazionale sull’attività economica globale mostra un panorama economico mondiale che si è spostata drammaticamente con le economie occidentali in declino più velocemente di quanto precedentemente immaginato. Nella sua relazione economica mondiale  il FMI dice che la Cina ha spodestato gli Stati Uniti come più grande economia del mondo, con l’India al terzo posto davanti al Giappone. Germania, Russia, Brasile, Francia

e Indonesia seguono, con il Regno Unito fanalino di coda. Ci sono quattro paesi BRICS nell’elenco delle prime 10 economie.


L’economia cinese è ancora più piccola di quella americana in dollari USA, ma il PIL a 17.600 miliardi dollari – vs America 17.400 miliardi dollari – sulla base dei parametri PPA (parità di potere d’acquisto). Il PPP fornisce un quadro più realistico delle attività economica, perché ci dice quanto la valuta di un paese può acquistare in casa propria. Si tratta di un modo più preciso per confrontare le dimensioni delle economie piuttosto che utilizzare i tassi di cambio volatili.


Quello che ha sorpreso tutti è quanto rapidamente le economie occidentali siano in diminuzione rispetto ai paesi emergenti. Nel 1990, quando l’Unione Sovietica stava crollando e l’Occidente rimase trionfante, il PIL combinato del G7 era 12.000 miliardi dollari, più grande delle attuali sette potenze emergenti più grandi – Cina, India, Russia, Brasile, Indonesia, Messico e Corea del Sud. Nel 2013 lo stesso gruppo di sette paesi aveva un PIL combinato che è di 3.000 miliardi dollari più grande di quello di tutto i paesi del G7 uniti.


La Cina, per esempio, è cresciuta ignorando tutte le proiezioni. Recentemente, nel 2005 l’economia del paese era meno della metà degli Stati Uniti. Il National Intelligence Council, che sovrintende la comunità di intelligence degli Stati Uniti, aveva predetto che la Cina avrebbe sorpassato gli Stati Uniti solo nel 2020.


Un’India timida è ormai solo un ricordo. L’unica cosa che potrebbe fermare l’India di crescere in un inedito 10-15 per cento l’anno è l’India stessa. Citi Group  dice che l’India sarà la prima economia del mondo entro il 2050, con un PIL di 85.000 miliardi dollari, seguita dalla Cina a 80.000 miliardi dollari e gli Stati Uniti al terzo posto da $ 39 trilioni
.

La Russia è saltata davanti al Brasile ed è a poche decine di miliardi di dollari dalla timido Germania. In realtà, il rimbalzo della Russia è il più spettacolare comparto se si considera che era crollata nel 1990. Sembra che più l’Occidente tenti di spremere la Russia e più resistente diventi la sua economia.

Nuovo Ordine Mondiale

Nel contesto di questo spostamento di enorme potenza da Ovest a Est, per quanto tempo può l’attuale gerarchia geopolitica – che è rimasto invariato dalla seconda guerra mondiale – sopravvivere? Attualmente, le Nazioni Unite, Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale sono tutti nella lista delle istituzioni internazionali da riformare.


Siria


Il primo ministro indiano Narendra Modi ha messo in evidenza l’incongruenza di 1,2 miliardi di indiani nel non essere adeguatamente rappresentati alle Nazioni Unite. Infatti, la presenza della Gran Bretagna e della Francia nel Consiglio di Sicurezza P5 – mentre l’India, il Giappone e Brasile restano fuori – rasenta il ridicolo.

Nel FMI le partecipazioni sono ancora più bizzarre. Gli Stati Uniti hanno la quota più grande del 16,7 per cento. Ma la Cina ha una quota del 3,8 per cento – leggermente inferiore a quello d’Italia, che ha un’economia delle dimensioni di un quinto.


Il direttore del FMI Christine Lagarde ha realizzato il rifiuto degli Stati Uniti di ratificare le riforme – di aumentare la quota di voto di Cina, India e altri paesi emergenti.

Ma più sorprendente del declino economico è il disfattismo e l’angoscia che si riscontra in occidente. Un recente sondaggio del Pew Research Center mostra che solo il 28 per cento degli americani crede che gli Stati Uniti siano eccezionali o la più grande di tutte le nazioni.


“L’aumento dello stato di sicurezza nazionale e il trionfalismo del settore aziendale (insieme con la crescita della disuguaglianza colpisce il paese) è stata accompagnato da una diminuzione decisa nel potere del governo di funzionare a livello interno di nazione e contemporaneamente è aumentato lo Stato imperiale che impone la propria volontà ovunque sulla Terra “, dice lo scrittore americano Tom Engelhardt.

“Quello che si vede è l’ascesa non tracciata di un paese del Terzo Mondo all’interno di un Primo Mondo, un’America impotente all’interno della superpotenza globale putativa”, aggiunge.


Perché gli Stati Uniti sono il motore della alleanza occidentale, la sua superiorità morale sta avendo un effetto domino sul resto dell’Occidente. I suoi vassalli come l’Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Kuwait, Georgia e Pakistan, sono anch’essi di fronte ad un futuro incerto.

Mentre le economie emergenti crescono in dimensioni, la loro massa critica getta le basi di un nuovo ordine, che è autonomo dall’ordine internazionale occidentale.


A dire il vero, la perdita di potere assoluto non significa che l’Occidente mangerà erba in futuro. Il suo declino è solo relativo e conserva molti punti di forza. La qualità complessiva della vita, per esempio, negli Stati Uniti e in Europa è molto più alto che in Cina o in India. Le multinazionali occidentali controllano una buona fetta della produzione globale. Le Università occidentali attirano centinaia di migliaia di studenti provenienti da paesi emergenti. La Silicon Valley e l’innovazione è impareggiabile.


Ma i giorni in cui l’Occidente era una potenza incontrastata sono finiti. Ogni anno che passa, Cina, India e Russia diventano più ricche e militarmente più potenti. Il divario nel tenore di vita si sta chiudendo rapidamente. Entro il 2050 le 10 maggiori economie includeranno nuovi entranti quali l’Egitto il Messico e la Nigeria, con solo gli Stati Uniti che rappresenteranno l’Occidente in questa speciale classifica. Benvenuti nel ordine mondiale policentrico.

Tradotto da Fractions of Reality  – FONTE
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...