miércoles, 7 de agosto de 2013

Israele chiude le porte agli ebrei d'Etiopia

Dal 28 agosto, gli ebrei etiopici saranno dichiarati persone-non-grate a Israele che -in questo modo- rende manifesto che non è più la “terra promessa” in cui gli ebrei del mondo sono ben accetti. Israele notifica agli ebrei falasha che dovranno starsene in Etiopia. 
Finiti i tempi dei voli charter degli anni 80, quando importarono in Israele 120000 discendenti dei figli del re Salomone e della regina di Saba. La misura restrittiva non sarà applicata contro gli ebrei occidentali, è riservata solo agli ebrei poveri e di razza negra. Il 50% dei falasha vivono in ghetti ed in situazione di povertà accentuata, contro la media del 15% della popolazione ebrea d'Israele.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...